Close
Cantù - 22063 - CO Via Andrea Alciato, 2
3483221300 info@psicologocompetente.it
Le Favole della Sicurezza

SEMINARIO A MODENA 15/2/2018

Quando si parla di sicurezza capita che la realtà sia dura e talvolta tragica.

Gli anni di esperienza nei corsi dedicati alla sicurezza e alla più ampia formazione aziendale mi hanno ispirato la progettazione di un corso in qualche maniera spiazzante: le Favole della Sicurezza.
L’intenzione poteva essere ironica, invece l’innovazione è molto seria e coinvolgente: portare la parola SICUREZZA fuori dall’ambito dell’obbligo di legge o dell’argomento noioso, e condurla su un piano decisamente più accattivante.  

La sicurezza sul lavoro deve essere intesa come prevenzione e cura dei rischi, e può trovare spazio nella nostra etica prima e oltre del rispetto di norme e procedure calate nella quotidinanità del lavoro a contatto con le persone.

Per questo è importante la gestione del sé e delle proprie competenze emotive e relazionali, per interpretare il proprio ruolo professionale sotto un profilo non solo tecnico ma anche socio-tecnico. Così come un genitore si prende cura della serenità e dell’educazione del bambino anche attraverso l’uso delle favole, è necessario che i responsabili aziendali abbiano a cuore il benessere e la formazione degli operatori. Va da sé che a differenza dei bambini non si vuole far dormire chi ci ascolta 😉

Il progetto “Le favole della sicurezza” insegna il metodo di costruzione attiva della consapevolezza mediante strutturazione del tema, interpretazione del ruolo e creazione di significati. L’ obiettivo principale è lo sviluppo di una specifica abilità individuale che, espressa in processi di gruppo, possa produrre risultati in termini di qualità e sicurezza: l’interpretazione del ruolo che ciascuno ha in qualità di stakeholder di sicurezza.

Per chi vuole coinvolgersi, ci vediamo alla Scuola Edile di Modena il prossimo giovedì 15 febbraio.

Per iscriversi basta cliccare il LINK.

1 Commento

  • Barbara Galimberti Posted 14/02/2018 20:52

    Parli in linguaggio metaforico

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati da *

"Non basta guardare avanti: bisogna che ci sia qualcosa da vedere." Roberto Gervaso